profiloSito.jpg

"Ogni vita è un'enciclopedia, una biblioteca, un inventario di oggetti, un campionario di stili, dove tutto può essere continuamente rimescolato e riordinato in tutti i modi possibili."

 

Italo Calvino

Lezioni americane

Sono nata a Lecco nel 1972 e cresciuta in un piccolo paese nei dintorni. 

Nel 1991, dopo la maturità scientifica, mi sono iscritta a Lettere moderne perché volevo insegnare, ma quando mi sono laureata ho capito che non era quel che desideravo in quel momento.

Dopo un viaggio in Messico di quasi un mese post laurea, ho frequentato un corso di comunicazione multimediale e nuove tecnologie dell'informazione presso il centro Donna Lavoro Donna, dove ho incontrato persone meravigliose che hanno contribuito a spostare il baricentro della mia vita.

Conclusa questa esperienza formativa, ho lavorato in una grande società interinale ai piedi della Torre Velasca con mansioni di segreteria, e non c'è stato un solo giorno in cui mi sia sentita felice di andare a lavorare. Mi volevano assumere a tempo indeterminato perché ero "brava", ma per mia fortuna ho potuto scegliere tra lavorare a Edizioni Ambiente o partire per la Francia per fare uno stage.

Ho scelto l'editoria e la precarietà.

Nel 1999 mi sono trasferita a Milano sentendomi finalmente a casa. Ho lavorato in EdA per otto anni. In questo magnifico e pazzo ambiente di lavoro con pazzi e magnifici colleghi e capi sono diventata grande e ho imparato il mestiere di editor.

Poi, nel giugno 2007, in uno degli anni più intensi e difficili della mia vita, ho lasciato il lavoro in casa editrice in cerca di nuovi stimoli e traguardi. In Thesis Contents, service editoriale e agenzia letteraria, mi sono occupata per quattordici anni di valutazione di manoscritti in ambito scolastico e universitario, di progettazione, scouting autori e coordinamento di produzione, oltre a svolgere attività di redazione e riscrittura come senior editor di volumi di scolastica, manualistica e saggistica varia.

L'azienda ha chiuso il 30 giugno 2021, e grazie all'assunzione nel 2015, dopo una vita di contratti co.co.pro. e co.co.co., ho potuto decidere che fare del mio futuro con relativa calma grazie alla Naspi.

Così ho atteso il licenziamento e poi ho investito buona parte del mio TFR in un master in Storytelling e digital marketing per l'arte e la cultura presso 24Ore Business School, che oltre a risvegliare neuroni sopiti da tempo, mi ha permesso di incontrare ottimi professionisti- insegnanti e ricaricarmi di linfa vitale. Lavoricchiando in prestazione occasionale per i miei ex capi, dal settembre 2021 al giugno 2022 ho frequentato un corso con tirocinio presso l'istituto Dante Alighieri di Milano, propedeutico all'esame per la certificazione Ditals I in didattica dell'italiano a stranieri presso l'Università degli stranieri di Siena, che ho sostenuto il 22 luglio 2022 e superato con attestato del 6 ottobre .

Continuo a cercare un lavoro da dipendente, preferibilmente part-time, ma dal momento che ho 50 anni e non stiamo propriamente vivendo un secondo boom economico, a giugno 2022, a un anno dal licenziamento, ho richiesto l'anticipo Naspi e ho aperto la Partita Iva per continuare a lavorare in editoria e dedicarmi all'insegnamento dell'italiano.

Attualmente ho due committenti solidi (Hoepli ed Edizioni Ambiente) e lavorare da casa o in qualsiasi altro luogo ha i suoi indubbi vantaggi. Sono certa che arriveranno anche nuovi committenti e studenti.

Negli ultimi anni ho pubblicato due libri per bambini che hanno venduto insieme 1.000 copie, un risultato che per una scrittrice emergente non è affatto così frustrante.

Il prossimo autunno (2022) uscirà un mio racconto in una raccolta dedicata al quartiere di Milano in cui vivo, mentre il romanzo che ho scritto per sistemare i conti con me stessa, non lo pubblicherò mai, perché nonostante l'editor che l'ha letto abbia detto che, una volta sistemato, ha dell'alto potenziale e che la mia scrittura è cristallina, non lo sento più mio. Sto comunque lavorando su altre storie.

Monica Rocca