L'avverbio (1) - L'avverbio in relazione alla forma e alla formazione

Che cos'è l'avverbio?

L'avverbio è una parte invariabile del discorso che precisa o modifica il significato di un verbo, un nome, un aggettivo, un altro avverbio o una frase.

In relazione alla FORMA e alla FORMAZIONE può essere:
1. primitivo (non deriva da altre parole)
2. derivato (si forma con l'aggiunta di un suffisso alla radice di una parola)
3. composto (si forma unendo due o più parole)
4. alterato (si forma aggiungendo un suffisso alterativo)
5. locuzione avverbiale (è la combinazione di due o più parole)

ESEMPI
- Oggi (avverbio primitivo) ho il morale sottoterra (avverbio composto: sotto+terra).
- Luigi parla troppo (avverbio primitivo) velocemente (avverbio derivato: veloce+mente)!
- Il figlio di Alberto cammina ginocchioni (avverbio derivato: ginocchio+oni)
- Sara ieri (avverbio primitivo) si sentiva benone (avverbio alterato: bene+one)!
- Talvolta (avverbio composto: tal+volta) non capisco quello che dice!
- Il nonno di Carlo si sta riprendendo piano piano (locuzione avverbiale)
- Ho sperato a lungo (locuzione avverbiale) che tornasse...

N.B.
Parla chiaro (avverbio primitivo)!
Ti sta meglio l'abito chiaro (aggettivo qualificativo).

Un esercizio divertente per imparare a riconoscere gli avverbi: https://wordwall.net/it/resource/2199324