Educazione vs. lingua italiana


L'altro giorno, mentre buttavo i sacchetti della pattumiera, arrabbiandomi e spostando un cartone dal bidone della plastica, mi è cascato l'occhio sull'ennesimo cartello che invitava (evidentemente inutilmente) a effettuare la raccolta differenziata in modo corretto.

Confesso che di primo acchito ho rischiato lo svenimento, perché così tanti errori ortografici in una frase non li avevo proprio mai visti prima, ma poi sono stata travolta da una sensazione di tenerezza profonda nei riguardi di chi ha scritto questo cartello sgrammaticato. Credo sia uno dei condomini anziani, uno di quelli gentili che saluta sempre e che tiene il portone aperto per farti passare quando ci si incrocia. A lui tutto il mio rispetto e la mia stima.

Mi auguro di incontrare presto uno dei condomini strafottenti e maleducati per un simpatico scambio di punti di vista. Anche se temo che con questa tipologia di persone, le parole non bastino proprio.

23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti